laboratorio: MATEMATICA IN ATTO: VOCE, GESTO E DRAMMATURGIA PER LA MESSA IN SCENA DI UNA LEZIONE DI MATEMATICA

DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE
Corso di laurea in Scienze della Formazione Primaria
Laboratorio di Matematica e didattica della matematica (Terzo Canale)
a.a. 2016-17
Docente: Ana Millán Gasca
Esperta incaricata: Francesca Neri Macchiaverna
Per informazioni e iscrizioni: info@nerimacchiaverna.com


MATEMATICA IN ATTO:
VOCE, GESTO E DRAMMATURGIA PER LA MESSA IN SCENA DI UNA LEZIONE DI
MATEMATICA

Il laboratorio si iscrive in un percorso di ricerca che trae ispirazione dalle arti sceniche per comprendere e migliorare la figura dell'insegnante, con l'aula come palcoscenico e la preparazione della lezione come messinscena (canovaccio, scenografia): per l'insegnante della scuola primaria e dell'infanzia che inizia gli alunni alla matematica, queste risorse sono cruciali per una matematica in-corporata e vincolata al proprio vissuto  (embodied&embedded). Inoltre, esse rendono possibile imparare ad agire e a reagire istantaneamente alle sollecitazioni e parole degli alunni in classe, mettendo in scena lo spettacolo della matematica: per motivare, entusiasmare, “accendere la scintilla” nei propri alunni.
A partire da esercizi di allenamento originariamente concepiti per il teatro e la danza, si
lavorerà in gruppo sulla presenza scenica dell'insegnante: corpo come strumento espressivo e comunicazione non verbale (sguardo, voce, gesto, spazio e movimento), drammaturgia e scelte estemporanee (istant acting e feelingly knowing, nelle parole di Max Van Manen), fiducia e lavoro su se stessi. Inoltre, i partecipanti verranno guidati in un percorso di costruzione scenica che li porterà a mettere in scena una lezione di matematica su alcuni temi scelti.
Alle tecniche psicologiche novecentesche di instructional design, derivate dall'addestramento a mansioni tecniche specializzate a contatto con macchine, si sostituisce così la tradizione espressiva delle arti: alla “programmazione” si sostituisce il canovaccio, agli obiettivi (e alla loro tassonomia) si sostituiscono i contenuti e la centralità del momento unico e imprevedibile della lezione; l'intero processo posto sotto la responsabilità dell'insegnante è considerato sotto i tre aspetti: intenzione (intento)-concezione (ideazione)-esecuzione, seguendo la terminologia di Édouard Séguin per l'opera d'arte.
L'intento è quello di fornire strumenti operativi per affrontare l'insegnamento e lo studio
della matematica in modo dinamico (Federigo Enriques), che permette di abbracciare al meglio la potenzialità trans-formatrice della matematica.

Sabato 11 Marzo 2017, ore 9-13,
Sabato 25 marzo 2017, ore 10-13
Sabato 1° Aprile 2017, ore 10-13
Sabato 6 Maggio 2017, ore 9-13
Tutti gli incontri avranno luogo nell'Aula 35 di Piazza della Repubblica 10.
Si consiglia un abbigliamento comodo (per esempio tuta e scarpe da ginnastica).
Il numero massimo di partecipanti è 25.
Valutazione di idoneità
Scrittura di un diario di bordo per ogni incontro e di un testo finale.
Le sessioni del Laboratorio danno diritto all’esonero dal servizio per insegnanti di ogni ordine e
grado ai sensi dell’art. 64 del CCNL 2006/2009 e ai sensi dell’art. 1 della direttiva ministeriale n.90
del 1° dicembre 2003. Su richiesta sarà rilasciato un attestato di partecipazione.

Bibliografia

Il Laboratorio si iscrive in un progetto di ricerca e innovazione didattica sulla presenza scenica
dell'insegnante nella scuola dell'infanzia e nella scuola primaria avviato durante l'a.a. 2014-2015,
basato sull'allenamento fisico e vocale incentrato sulle teorie e tecniche del teatro del XX secolo.
Nel sito del Laboratorio di Matematica per la formazione primaria (una unità di ricerca del
Dipartimento di Scienze della Formazione dell'Università Roma Tre,
http://www.mat.uniroma3.it/users/primaria/) si trovano informazioni e materiali al riguardo.
Si segnalano i seguenti lavori, nei quali è anche contenuta una bibliografia dettagliata.
Maria Teresa Marrano, Emanuela Spagnoletti Zeuli, Ana Millán Gasca, Labo-B: la sfida della
fiducia nell'aula di matematica nella scuola primaria, poster presentato alla Giornata di studio
"Diventare maestri", Roma, Università Roma Tre, 9 maggio 2014
www.mat.uniroma3.it/users/primaria/laboratorio_matematica.html
Diapositive della sessione Danza, musica e mimesis per apprendere matematica (2012)
http://www.mat.uniroma3.it/users/primaria/LAB_DM_Neri_Lamorte.pdf
Francesca Neri Macchiaverna, La presenza scenica dell'insegnante (2014), Pubblicazione del
Laboratorio di Matematica per la formazione primaria,
www.mat.uniroma3.it/users/primaria/Neri_Presenza scenica 2014.pdf
Francesca Neri Macchiaverna 2016, Insegnanti: 12 ore in sala teatro. Gesto voce drammaturgia.
Racconto di un’esperienza, MimesisLab – Laboratorio di Pedagogia dell'Espressione, Dipartimento
di Scienze della Formazione, Università Roma Tre
host.uniroma3.it/laboratori/mimesislab/ricerca/attivita/2015_Insegnanti_12ore_in_sala_teatro.pdf
Francesca Neri Macchiaverna, Ana Millán Gasca, La presenza scenica nel lavoro dell'insegnante
della scuola primaria, poster presentato alla Giornata di studio "Diventare maestri", Roma,
Università Roma Tre, 9 maggio 2014
www.mat.uniroma3.it/users/primaria/laboratorio_matematica.html
Antonella Rachele, Mimesis e matematica nel mondo infantile. Esperienze di formazione fra
bambini e adulti (2014), MimesisLab – Laboratorio di Pedagogia dell'Espressione, Dipartimento di
Scienze della Formazione, Università Roma Tre
host.uniroma3.it/laboratori/mimesislab/ri_at_mimesisematematica.php

Post popolari in questo blog

geometria e mimesis

THE ROLE OF THE STAGE PRESENCE IN PRIMARY MATHEMATICS TEACHERS EDUCATION

Storia e racconto nella Matematica della scuola primaria: basi didattiche e sequenza operativa